Home
  1. Piccanti Trio
  2.  
  3. Le amiche lesbiche e il fratello di una di loro

Le amiche lesbiche e il fratello di una di loro

Due amiche lesbiche fanno sesso in casa. Il fratello di Vika le spia e s'innamora di Annalisa. Racconto Erotico di sesso a tre.

Sesso a tre
Foto: exclusiveteenporn.com.

Vika ha invitato l'amica Annalisa a casa sua per vivere un bel fine settimana lesbico. Vika è dichiaratamente lesbica invece Annalisa no, lei si definisce una curiosa del sesso, piuttosto bisex dice di sé. Ama curiosare e vivere eccitanti storie di sesso, fare tanti nuovi giochi piacevoli.

Per le amiche lesbiche non è la prima volta. La loro conoscenza risale ai tempi di un'orgia mista indimenticabile, in cui sono state spettatrici attive di cose mai viste. Dopo di allora tanti amplessi lesbo nei luoghi più insoliti. Si piacciono tanto a vicenda. Ciò che più le fa stare bene è sfregarsi le vagine una contro l'altra e siccome hanno in comune lo stesso piacere, si trovano molto bene insieme. E ne escono fuori certi amplessi di fuoco...

Il fratello di Vika è in casa

Vika non si è resa conto che il fratello è sì uscito, per poi rientrare poco prima che arrivasse Annalisa. Ora è nella sua camera a studiare per il compito di matematica di domani. Il più piccolo di casa quest'anno ha la maturità da sostenere.

Le amiche lesbiche e il sesso lesbo

Il programma della serata è vedere un film lesbo insieme e poi fottere fino allo stremo delle forze. Le due amiche lesbiche sono sdraiate sul divano-letto aperto, un leggero ma caldissimo piumone le ricopre celando i corpi semi nudi: indossano solo reggiseno e slip.

Si erano promesse di scopare al termine del film, ma come resistere a quelle scene di sesso lesbo così infiammate. Annalisa si è bagnata in un istante e come Vika ha annusato il suo odore non ci ha visto più, ha conficcato due dita nella vagina infilandole nella mutandina sexy comprata sul sexy shop on line.

Annalisa è partita con un acuto che ha fatto fremere Igor. Un riverbero di passione è passato tra una palla e l'altra fino a risalire il cazzo moscio giungendo alla punta del pene. Il fratello di Vika è uscito dalla cameretta e in silenzio, si è messo a spiare quanto accadeva nel soggiorno di casa.

La sorella Vika è sopra Annalisa. Hanno i corpi nudi. Vede le belle tette della sorella e la desidera toccandosi il cazzo con la mano. Si è indurito e Igor desidera entrare in scena, ma ha paura della sorella maggiore. Una volta lui ci ha provato e lei gli ha dato tanti di quei ceffoni alle tempie da stordirlo per un paio d'ore abbondanti.

Strisciando per terra raggiunge il muretto che separa il soggiorno dal resto della casa. Coperto dal grande bonsai della madre poggiato sul muretto, vede meglio la scena senza essere visto.

'Ah! Ah!'Sì, Vika! Sì! Scopami la vagina!'

Le due amiche si sfregano le vagine come piace a loro. Igor ha il cazzo duro, vorrebbe tanto uscire. Lo tocca profondamente, decide di non spararsi una pugnetta: ha un'altra idea.

Annalisa è bellissima. I suoi 23 anni attirano l'attenzione di Igor, dimenticandosi la sorella. È attratto dalle sue tette formose e sode, liscissime e scintillanti grazie allo strato di sudore che le ricopre. Gli piace il suono della sua voce ansimante, s'innamora di quella voce che ansima come non aveva mai sentito ansimare prima mai nessuna delle sue compagne di classe o di palestra. Scuola e palestra sono i luoghi del sesso di Igor, sono i pozzi dai quali attinge sempre nuove pulzelle da scopare.

'Ah! Ah! Annalisa!'

'Vika! Ah! Vika, tesoro mio... Oh! Vengo! Vengo!'

'Arrivo. Arrivo Annalisa! Ah! Uuuh!'

Strofinandosi le vagine senza un solo istante di pausa, i clitoridi eccitati vengono mandando le due lesbiche in apnea. Si abbracciano al culmine dell'amplesso e prima di staccarsi, si regalano un profondo bacio di passione.

Igor si gode la scena e poi siede per terra con la schiena poggiata al muricciolo. Spera che nessuna delle due voglia andare in bagno altrimenti lo scopriranno.

Tutto fila liscio. Le due belle lesbiche, esauste, si abbandonano sul divano-letto ricoprendosi con il caldo piumone.

Igor si fotte la fregna bagnata di Annalisa bisex

Igor attende gli eventi. Dopo cinque minuti d'attesa si rende conto che entrambe dormono. A quel punto mette in atto il suo piano.

Entra nel soggiorno piano, senza far rumore. A piedi nudi, scivola come una volpe rapido verso il divano-letto. La TV è ancora accesa, il film è verso la fine del secondo tempo. Sul DVD c'è anche un secondo film che inizierà subito dopo questo.

Igor si siede accanto al letto per terra. Alza delicatamente il piumone e vede il corpo nudo di Annalisa. Ancora una volta un fremito gli scuote i genitali. Le due stanno dormendo. Igor si siede sul letto e s'infila sotto il piumone. Tocca Annalisa delicatamente ovunque. Lei è girata verso Vika e non lo vede, ma quando si sente toccata si gira sorridendo. Pensa sia Vika che ha ancora voglia. Aprendo gli occhi scopre invece Igor che gli mette le mani sulle tette. Sta quasi per urlare, Igor le copre la bocca e con l'altra mano fa il gesto del silenzio. Annalisa non urla. Igor gli toglie la mano dalla bocca e la porta sulle tette. Annalisa la scosta, allora Igor apre i pantaloni facendo uscire il cazzo italo-sovietico. Annalisa nel vederlo spalanca la bocca per gridare di sorpresa, Igor gli copre ancora la bocca. Igor in effetti ha un cazzo estremamente lungo e largo e probabilmente Annalisa, nonostante le tante orge, di cazzi così ne ha visti raramente o mai.

Annalisa la bisex, dopo l'attimo di smarrimento, guarda Igor in volto con uno sguardo a metà tra l'esterrefatto e un qualcosa che a parole si può tradurre con la frase: 'Ma così grosso ce l'hai?'

Annalisa lo squadra, curiosa allunga la mano. Igor avvicina il bacino. Annalisa lo prende in mano e dopo averlo girato e rigirato per vedere se è reale, strofina delicatamente. Ci prende gusto e lascia che Igor tocchi le tette. Strofina piano lei, per non svegliare l'amica. Si gira per vedere se dorme. Poi si concentra sul cazzo di Igor.

'Uau! È bellissimo.' Mima con la bocca la bisex di 23 anni.

L'appena diciottenne Igor ringrazia con il labiale e poi infila la lingua in bocca. Dopo averla limonata per bene, la tira giù dal letto per portarla sulla poltrona del soggiorno. Di solito la poltrona è accanto al divano, ma le due l'hanno portata dietro. Igor si toglie i pantaloni. Era già scalzo e ci mette un attimo a denudarsi il cazzo e le chiappe. Annalisa si avvicina, prende le chiappe del ragazzo a piene mani, gli regala una serie di baci in bocca stupendi. Igor è più piccolo d'età ma molto più alto di lei ed è costretta ad alzarsi sulle punte.

Igor decide che i preliminari possono bastare. Energico prende la bisex per piegarla sul bracciolo della poltrona. Lei si gira curiosa di vedere da dove lui comincerà. Il fratello di Vika sputa sulla mano e bagna il cazzo prima di entrare vigoroso nella fregna bagnata di Annalisa bisex. Lei vorrebbe urlare il godimento; si limita ad aprire la bocca, stringere il bracciolo e a girarsi per guardarlo negli occhi. Approva e come approva. Pensa che dopo uno sfregamento di fighe, un palo lungo come quello ci vuole ad allietare l'interno della fregna.

L'italo-sovietico mantiene la bella italiana per i fianchi, lei eccitata va avanti e indietro con il bacino. Igor resta fermo e lei si fotte il cazzo del liceale. Con un ginocchio puntato nella seduta della poltrona e l'altra gamba saldamente piantata a terra, si lascia scopare a 90 gradi dal grosso armamento sovietico. Per via delle sue origini straniere a scuola tutte lo vogliono provare, almeno per una volta nella vita: è stata la sua fortuna sessuale.

Igor è tutto sudato e Annalisa non è da meno. Tira fuori il pisello dalla vagina per infilarlo nel buco del culo. Lei morde il bracciale di pelle, si lascia inculare dalla palafitta italo-siberiana.

Igor la posiziona con tutte e due le gambe sulla poltrona e poi trova lo spazio per salirci pure lui. Dall'alto verso il basso, incula alla grande lo straordinario culo a forma di chicchi d'uva. Vorrebbe pure lui ululare, ma non può. Ha paura che si svegli la sorella. Infila e rifila il cazzo nel culo con una voglia senza pari. Non ricorda l'ultima volta che ha scopato con così tanta passione una ragazza. Peccato non possa sentire la sua voce gemere, quella che tanto gli è piaciuta prima e lo ha fatto attizzare.

Igor esce da lei per prendere fiato. Si scosta di un metro e poi torna da lei che attende direttive. Igor le fa cenno di alzarsi. Lui si siede sul divano e lei va sopra. Faccia a faccia, lei a cavalcioni con le gambe piegate e poggiate nel poco spazio laterale che resta nella seduta della poltrona. Infila la palafitta con vivo desiderio. Abbraccia il fratello dell'amica e inizia a cavalcare. Stringe forte tra le braccia la testa di Igor, la cui faccia è nelle tette umide di sudore. Lecca il sudore, lecca la pelle liscia ed eccitata della giovane ragazza. Lei ha gli occhi chiusi, è nella realtà del sesso. Non ha più intenzione di uscire. Resta lì abbracciandosi quel maschione. Resta lì sopra il lungo cazzo. Come entra, come affonda. Arriva fino in fondo e le piace.

Igor stringe le tette di Annalisa, accompagna il trotterellare tenendola per i fianchi. Si guardano, poi Annalisa ritorna nella realtà del sesso.

'Oh!' Igor non resiste più.

'Ah! Ah!' Anche Annalisa non resiste oltre.

'Oh! Oh! Oh!'

'Ah! Ah! Ah!'

È un crescendo quello dei due ragazzi.

'Oh! Uuh! Ooh!'

'Ah! Sì! Sì! Ah!'

'Vengo! Vengo! Aaah! Oh!'

'Vieni! Vieni Igor! Vienimi dentro!'

'VengooooooHHhh! OOOOOH! OOHH!'

Annalisa lo stringe a sé come aveva fatto con Vika, la quale si sveglia richiamata dalle voci di godimento dei due. Questa fa a tempo a mettersi seduta sul divano-letto, girarsi dietro di lei e vedere l'amica salire e scendere sul cazzo del fratello negli ultimi istanti dell'amplesso.

'Oooh! Oooh!' Continua lui.

Annalisa gli stringe la testa, lo accarezza tutto e poi gli regala un bel bacio in bocca sotto gli occhi di Vika ammutolita.

Annalisa continua a salire e scendere dal fratello. Un rivolo di sperma esce da lei e corre lungo l'asta di Igor fino a bagnargli le palle. Vika vede le gocce cadere una ad una sulla poltrona.

'Bravissimo! Bravissimo!' Dice Annalisa, che non accenna ad uscire e continua a salire e scendere sul cazzo duro.

'Annalisa!' Finalmente Vika dice qualcosa. Interrompe i due.

L'amica si alza da Igor e porta la mano alla bocca. Lo sperma intanto le corre lungo l'interno delle cosce. Igor resta seduto con le braccia poggiate sui braccioli della poltrona, in posizione rilassata, ha il cazzo durissimo e altro sperma che cola giù per la lunga asta.

Vika resta ammutolita dal lungo cazzo del fratello ricoperto di sperma: non l'aveva mai visto. Lei, lesbica convinta, non ha mai visto un cazzo vero dal vivo.

'Sorellina... Fammi quello che vuoi. Picchiami pure. Io sono troppo contento. La tua amica è stata strepitosa.'

'Anche lui lo è stato Vika. Davvero bravo e poi... ma che cazzo che ha.' E Annalisa si siede sul bracciolo della poltrona prendendo l'affare ancora duro e bagnato di sperma tra le mani.

Vika scopata dal fratello per la prima volta

Vika sconvolta, si avvicina alla coppia come attratta da una strana forza.

'Vieni qui sorellina.'

Igor se la prende tra le braccia e la siede sull'altro bracciolo libero. Poi bacia le tette nude. Bacia le tette della sorella maggiore per la prima volta. Che gusto particolare che hanno.

'Vika, dovresti proprio provarlo.'

'Ma cosa?'

'Il cazzo di tuo fratello.' Risponde Annalisa.

'Monta su.' Riprende l'amica bisex.

'Vieni, stai tranquilla.' Continua.

Prende Vika per mano e la fa salire sul fratello che non accenna ad afflosciarsi. Lui si gode tutta la scena. Guarda la sorella salirgli sopra, vede l'amica prendere il suo affare duro e lungo in mano e puntarlo verso la figa incestuosa.

'Oh! Oh! Ooohh!' Emette gemiti di soddisfazione mista alla paura della prima volta con la sorella Igor.

'Uh! Fa male. Come è grosso...' Dice Vika. Poi poggia le mani sulle spalle del fratello e dolcemente galoppa come sul dildo che ha in camera.

'Brava Vika.' Annalisa si complimenta con lei baciandola in bocca. Le due non si staccano e Igor ne approfitta per spremere i capezzoli della sorella e morderli.

'Ohi! Ma che fai Igor!'

'Ti scopo sorellina. Finalmente ti scopo.'

La prende per i fianchi e la fa galoppare più veloce, sempre più veloce. Lei stringe le spalle del fratello e galoppa, si lascia mordere e spremere le tette dal fratello: gode. Per la prima volta gode con un cazzo dentro ed è un bel incesto con il fratello.

'Ah! Oh! Mi piace. Mi piace.' Guarda il fratello e poi l'amica, Vika.

'La prossima orgia... Oh! Oh! La prossima orgia mi faccio ficcare anche dai cazzi. Cosa mi sono persa... Oh! Oh! Oh, che bello! Sì! Tanti cazzi. Tanti.'

'Vai sorellona, vai! Galoppa!'

E lei galoppa e galoppa senza più freno. Igor la tiene sempre per i fianchi e lei va su e giù sul cazzo. Annalisa si gode la scena seduta sul bracciolo lì accanto; eccitata si butta un paio di dita nella vagina, poi le lecca per assaporare i suoi umori. Ha ancora la vagina bagnata di sborra, ha avvertito il sapore sulla lingua.

'Oh! Oh! Fottimi! Fottimi Igor.'

Lui non se lo fa ripetere. Alza la sorella per portarla sul divano letto. La sdraia e gli ributta il cazzo dentro affondando sena pietà. Quella si aggrappa ai fianchi del fratello guardandolo negli occhi.

'Fammi godere Igor. Fammi godere! Di più! Di più! Fottimi! Fottimi!'

'Sì! Sì! Ti sfondo! Ti sfondo!'

Annalisa eccitata è dietro Igor, gli prende le palle delicatamente tra le mani. Igor avverte la piacevole presa e, come in trance, chiude e apre gli occhi ficcando la palafitta nella figa della sorella Vika. Sempre più forte e più forte ancora. Quella geme di puro piacere. Annalisa continua a toccargli le palle, anche quando le sente fremere tra le mani.

'Oooh! Oooh! Oooh!! Oooh! Arrivo! Arrivo! SIII!! SIII!'

Igor stringe la sorella ai fianchi e sborra nella sua figa. Sborra per la seconda volta nel giro di tre quarti d'ora. Sborra violento, forse ancor più di prima. Ficca e rificca il cazzo nella fregna della sorella. Esplode sborrando dentro di lei. Impetuoso entra senza riuscire a fermarsi, tale è il piacere di venire nella vagina della sorella. E viene e come se viene.

Annalisa continua a massaggiargli le palle e quel piacere che prova, Igor lo trasferisce alla sorella continuando a scoparla, fino a quando, esaurite le gocce di sperma, si fa di lato con il cazzo all'aria. Annalisa, che prima non ha fatto a tempo, si piega sul fallo gigante per ripulirlo dopo la doppia fatica.

Felice, Igor si assopisce sotto il caldo piumone tra la sorella Vika e l'amica Annalisa, in attesa di riprendere energie per una seconda serie di sesso a tre.

arrow up

Storie Piccanti Recenti

I due divorziati scopano ancora appassionatamente    ♠ Ho fatto sesso con mia cugina diciassettenne    ♠ La giovane casalinga tettona scopata sul pianerottolo di casa    ♠ La moglie tettona di Alfio chiavata da 3 amici operai single    ♠ Due divorziati scopano con la sorella di lei    ♠ Galoppami sul cazzo. Fantasia erotica di un uomo arrapato