Home
  1. Storie Piccanti
  2.  
  3. Adele scopata dai due cognati con il consenso delle sue sorelle

Adele scopata dai due cognati con il consenso delle sue sorelle

Adele fa la difficile con gli uomini e resta sola e casta. Basterà una scopata con i cognati a sbloccarla per sempre?

Scopata da due cazzi
Foto: http://multi.xnxx.com.
Storia Menu
Le spiagge della SpagnaLe sorelle entrano in camera
Le sorelle maggiori intrecciate dal desiderioLe sorelle ordinano di farla impazzire
Sesso inaspettato con i due cognati

Estate tempo di vacanza, di svago, divertimento e tanto sesso. Sesso con il proprio partner, sesso stravagante e insolito... inaspettato e allo stesso tempo voluto.

∼ • ∼ • ∼ •

Serena e Alessia sono due sorelle inseparabili vacanziere, dove va una c'è sempre anche l'altra. Ad accompagnarle gli indissolubili mariti, amici da una vita.

Quest'anno si è aggiunta Adele, la sorella più piccola. Un inserimento last minute.

Adele non è sposata, ancora troppo piccola già solo per pensarlo il matrimonio. Purtroppo fatica a trovare un fidanzato, ed è tutta colpa sua: non gli va bene nessuno. Quello non ha ancora un lavoro, quell'altro guadagna troppo poco. L'ultimo in ordine di tempo era «troppo bambino per i miei gusti». Le sorelle l'hanno guardata esterrefatte quando ha pronunciato la frase. Quale ragazzo prima dei 35 anni è veramente uomo oggi?

Le spiagge della Spagna

La comitiva parte per raggiungere il mare spagnolo. Per 15 giorni prendono il sole sulle spiagge di Alboraya, la sera passeggiata a Valencia e discoteca la notte.

I giorni passano e come sempre le vacanze non bastano mai. A due giorni dal rientro, nei cuori della comitiva trova posto la tristezza. Per Adele la tristezza si mescola alla delusione, dodici giorni non le sono bastati per trovarsi un partner. Neanche uno spagnolo per una notte, nulla.

Adele si lamenta e ancora di più la Alberta, sempre più sola e casta.

Serena ha supportato la sorella in tutti i modi. Grazie alle sue conoscenze di spagnolo ha fatto da interprete con vari maschi spagnoli: Adele li ha scartati tutti. Serena ha gettato la spugna e non vuol saperne più nulla.

Con le tre sorelle ci sono anche Fausto marito di Serena e Giovanni marito di Alessia.

Per un po' restano in silenzio, gustano la famosa Horchata de chufa.

Alessia ha un'idea. Beve tutta la granita di horchata rimasta nel bicchiere e dice:

"Adele, non puoi tornare in Italia senza concludere questa vacanza con una notte di sesso. Non è ammissibile."

"Hai ragione sorellina. Sono troppo complicata e non trovo mai quello giusto."

"Uno no, ma due potrebbe essere la soluzione giusta per provare una triangolazione insolita... che ti liberi da ogni freno."

"Con due? Non ho mai fatto sesso con due maschi contemporaneamente. E comunque come potrei se sono a corto?"

Alessia si accosta all'orecchio di Giovanni, lui ascolta sorpreso quello che ha da dire la moglie. Nonostante sia stato preso alla sprovvista, acconsente a quella che sembra essere una richiesta.

Alessia continua il dialogo segreto parlando all'orecchio di Serena. La faccia si dipinge di stupore come è accaduto con Giovanni, poi sorride mordendosi le labbra e acconsente.

Adele guarda la scena attenta e senza parole. Non capisce cosa succede.

Adesso è Serena a prolungare il dialogo segreto parlando al marito Fausto: anche questi acconsente alla misteriosa richiesta.

"Adele — prende la parola Alessia, guardando poi Serena — hai il nostro consenso a fare sesso con i nostri mariti."

"Cosa!?" Grida Adele sbalordita.

"Zitta! Non farti sentire." Rimprovera Serena in una sala gremita di vacanzieri, tra cui molti italiani.

"Noi quattro siamo tutti d'accordo — continua Alessia — e la cosa si può fare anche questa notte stessa."

Scoparsi i due cognati, i mariti delle sue sorelle più grandi. Questa è una situazione che aveva solo fantasticato la sera, durante le solitarie notti invernali. Passare dalle fantasie erotiche alla realtà le fa vibrare tutto il corpo di una sconosciuta emozione. Ha paura, voglia di farlo spinta dalla possibilità di appagare una fantasia e timore di prenderne due insieme.

"Ok. Se questo può servire a sbloccarmi... va bene anche per me." Conferma Adele, guardando con occhi di timido desiderio i due cognati.

Giovanni e Fausto hanno lo sguardo dei leoni alfa. Già pregustano la notte di sesso con la graziosa Adele. Anche loro hanno spesso pensato a lei quando le sorelle avevano il ciclo ed erano costretti a fare da soli in bagno.

Le fantasie erotiche intra-familiari prendono forma e si concretizzano nella camera d'albergo, proprio di fronte alla horchateria.

Le sorelle maggiori intrecciate dal desiderio

Alessia e Serena sono riunite nella stanza della seconda quando Fausto e Giovanni bussano alla porta di Adele. La camera singola della sorella ultima nata si trova al piano di sopra, le sorelle non potranno ascoltarli mentre fanno sesso a tre.

Le sorelle maggiori conoscono la voce di Adele quando vive l'amplesso, spesso da nubili hanno composto il trio del sesso Lesbo. La cameretta si è trasformata tante volte in una stanza a luci rosa. Conoscono i vocalizzi focosi del cognato, perché tante volte le due coppie hanno fatto sesso sullo stesso letto. Ciascuno con il suo partner, senza scambiarlo mai.

Alessia e Serena sono incastrate sul letto matrimoniale. Da molto tempo non godevano strofinandosi a vicenda. Si guardano negli occhi e pensano alla stessa cosa. Sono curiose di vedere come Adele li prende, come i rispettivi mariti si scopano la sorella. La sorella minore scopata dai due cognati.

Non resistono. Indossano gli abiti e si precipitano al piano di sopra per partecipare all'orgia valenciana.

Sesso inaspettato con i due cognati

Fausto e Giovanni hanno rotto presto il ghiaccio. Adele si lascia baciare dai cognati. Gode finalmente, palpeggiata ovunque prova un vivo piacere sessuale.

I corpi intrisi dello stesso desiderio mai espresso, ora possono unirsi. Adele nuda a bordo letto è a pancia all'aria con le gambe molto divaricate, i gomiti puntati nel materasso sollevano il busto; riceve il cazzo di Fausto e succhia quello di Giovanni. Proprio come aveva fantasticato tante notti. I cazzi dei cognati che allietano la fregna e la bocca golosa.

"Mmh! Ah! Sì! Bravo Fausto! continua così!"

"Ti piace l'uccello dei tuoi cognati, vero Adele?"

"Sì, Giovanni: mi piacciono tantissimo. Aooh!"

"Alzati allora." Riprende Giovanni che si sdraia sul letto. "Mettiti sopra di me Adele."

Ignora quello che ha fantasticato, solitario in bagno quando la sorella non poteva, il cognato; si pone sul cazzo pensando di doverlo prendere in vagina. Giovanni, invece, alza il bacino e infila il cazzo nel culo della cognata.

Adele grida e stringe le lenzuola con tutt'e due le mani. Ha le gambe aperte e rannicchiate, sorrette da Giovanni e Fausto. Quest'ultimo le trattiene la gamba sinistra e con la mano destra introduce il cazzo nella bagnasciuga. Lo stupore è sul volto di Adele. Fausto ammira quell'espressione maliziosamente divertito.

Sballottata su e giù, avanti e dietro, la cognata gode. Si sente ripagata, in pochi istanti, di tutto ciò che non ha ricevuto negli ultimi due anni.

Fausto e Giovanni non le risparmiano nulla, penetrano fino in fondo a ogni martellata. Fausto tiene le gambe aperte e piegate, Giovanni sostiene il peso per i fianchi asciutti e porta la cognata su e giù sul cazzo. Adele si morde le dita, strizza i capezzoli, bagna le dita per umidificare l'asta e renderla più scivolosa durante l'ingresso.

Gode. Semplicemente gode. Quanto gode. Tanto gode. Gode con i cazzi dei cognati dentro.

Le sorelle entrano in camera

Serena con una scusa ha ottenuto la seconda chiave elettronica della camera.

"Aaaah! Siii!!"

Serena si blocca nell'istante in cui inserisce la scheda nello sblocca porta, sorpresa dall'urlio di piacere. Guarda la sorella e insieme sorridono divertite.

Quando entrano i tre sono troppo presi per staccarsi.

Davanti a loro hanno una scena spettacolare, mai vista prima. I mariti completamente sudati sono dentro la sorella Adele. Lei grida appassionatamente, spensierata come è una donna in vacanza. La cava marocca appagata, il buco del culo allargato. Da zero a due maschi nella stessa ora di sesso.

Le sorelle si avvicinano ai rispettivi mariti sorridenti ed eccitate. Li baciano in bocca. Per un attimo tutto si ferma dentro di Adele e può riprendere fiato. Quindi la giostra del sesso riprende con l'aggiunta di due donne. Le baciano i capezzoli bagnati di sudore erotico: ha un retro gusto piccante.

Slinguazzano Adele. Questa sera tutti la vogliono. In quattro si fanno la piccoletta di famiglia, la poco più che ventènne strombazzata da due cazzi trentenni e lisciata dalle lingue bisex di Serena e Alessia.

Tutto è per lei in questa ora calda ad Alboraya. Cazzi, lingue e mani per un'ora deliziano il corpo da lungo tempo alla disperata ricerca di sesso.

Le sorelle ordinano di farla impazzire

Non basta. Un cazzo in culo e uno nella figa non sono sufficienti.

"Fatela impazzire!" Ordina Serena ai due uomini.

Giovanni esegue l'ordine. Estrae il bocchettone dal culo della cognata per infilarlo nella vagina insieme a quello dell'amico di sempre. Non è la prima volta per loro, ma le consorti non sanno; non conoscono le avventure sessuali di Fausto e Giovanni prima di conoscerli.

"Cosa fate?"

"Ti sfondiamo la taverna." Risponde Fausto mentre con la mano scosta il fallo per fare posto a Giovanni.

"Aaah! AAAH! Mmh! MmAmh!!"

Alessia tappa la bocca di Adele.

Giovanni entra.

"Sei pronto?"

"Ok. Vai Fausto."

I due prendono a penetrare la caverna di Adele contemporaneamente. Adele urla. Serena le trattiene le mani e i cognati le allargano la porta di casa.
Poco dopo Adele si calma, il dolore lascia il posto a un crescente piacere. Cade come in trance e gode come prima.
Fausto e Giovanni sprofondano tra le labbra allargate. Le mogli se la spassano a vedere quello spettacolo che allo stesso tempo le lascia incredule.

"Noi stiamo per venire." Dice Fausto alle due organizzatrici.

"Buttatelo tutto dentro." Risponde Serena.

"Sì, amore mio. Ti consento di fertilizzare mia sorella." Aggiunge Alessia rivolta a Giovanni e gli scocca un bacio sulle labbra.

Non può esserci piacere più grande.

La posizione è più o meno quella di prima. Fausto stringe meglio a sé Adele trattenendola per le cosce. Giovanni, da sotto, piega meglio le gambe puntando i piedi sul materasso e con le mani fa leva sul telaio del lettino per spingere verso l'alto. In questo modo riesce a muovere il cazzo dentro la figa allargata più di prima.

Che piacere per i due amici, ritrovarsi con i cazzi uno sull'altro dentro la stessa vagina. Percepiscono il piacere provocato dallo strofinio dei cazzi uno contro l'altro. Godono delle giovani e fresche pareti vaginali di Adele. Infilano i cazzi dentro con tanta energia.

Adele prova a guardare verso la sua pussy per vedere com'è con due cazzi dentro.

"Oddio! Ooh! Mio dio! Ooh!"

Alza lo sguardo al soffitto immaginando il cielo notturno della Spagna e implora il dio del sesso. Ringrazia per quel dono inaspettato.

I cognati sono al punto del non ritorno.

Le mogli li guardano venire dentro la vagina della sorella nubile.

"Ah! Ah! Ah! Ah!"

"Oh! Oh! Oh! Oh! AAAAHHH! UAAAGH!!"

"SIIIIIIII!!!"

Nella vagina di Adele si compie un rito magico, le capocchie di due cazzi vengono simultaneamente fertilizzando la camera del sesso. Lo sperma si mescola e riempie Adele. I prepotenti getti saturano il poco spazio rimasto.

Il piacere è tale per cui i due decidono di restare ancora dentro, fino a quando l'esausta Adele li implora di liberarla. Esce prima Fausto e un paio di secondi dopo Giovanni, seguito da un fiotto copioso di sborra.

"Di chi sarà?" Dice divertita Alessia.

Tutti ridono.

Anche Adele, stanca e appagata, ride. Seduta sul letto è ancora a gambe aperte. Riprende fiato e pensa che dopo questa notte, non dirà più di no.

arrow up

Storie Piccanti Recenti

I due divorziati scopano ancora appassionatamente    ♠ Ho fatto sesso con mia cugina diciassettenne    ♠ La giovane casalinga tettona scopata sul pianerottolo di casa    ♠ La moglie tettona di Alfio chiavata da 3 amici operai single    ♠ Due divorziati scopano con la sorella di lei    ♠ Galoppami sul cazzo. Fantasia erotica di un uomo arrapato