Home
  1. Piccanti Orale
  2.  
  3. Il pompino selvaggio di mia sorella

Il pompino selvaggio di mia sorella

Mollato il fidanzato, mia sorella la notte si aggira famelica nel corridoio. Attratta dal sesso, mi fa un pompino selvaggio.

Leccata di cazzo arrapato
Foto: jizzpix.com.

Due settimane fa mia sorella ha mollato il fidanzato. Dopo l'ennesimo litigio si sono lasciati con tante dolci parolacce d'affettuoso odio reciproco.

Da allora la notte s'aggira come una disperata per la casa. Una notte mi ha spiato mentre guardavo un film porno sul tablet. Ero a letto nella mia camera che mi facevo una bella pugnetta, quando lei ha aperto leggermente la porta. Vedendo la luce del tablet ha chiuso di scatto la porta, per poi riaprirla delicatamente. Poco dopo sono venuto di brutto imbrattando le lenzuola, con soddisfazione doppia rispetto al solito.

Mia sorella scopava quasi tutte le sere e non avere più un cazzo tra le gambe la rende irascibile con tutti, nervosa fino a non dormire la notte.

Il pompino notturno di mia sorella

Ieri sera ho lasciato la porta della camera volutamente socchiusa. Mi sono coricato sul letto senza entravi, così che lei potesse vedermi mentre mi masturbavo il cazzo.

Ho scelto un bel film di Jillian Jenson per masturbarmi. Amo questa pornostar, mi piace la sua dolcezza. In particolare godo tantissimo a vederla squirtare durante l'amplesso.

Mia sorella è arrivata quasi subito, attratta dalla porta insolitamente aperta — la chiudo sempre la sera — e dalla luce del tablet. Deve aver pensato subito a quell'altra notte. Io smanettavo piano, in attesa di lei. Poco a poco ha aperto la porta per vedere sempre meglio. L'ho sentita mugolare a un certo punto. Non ha resistito più. È entrata in stanza come un lampo, ha chiuso la porta a chiave dietro di sé ed è saltata sul letto.

Negli stessi istanti ho messo da parte il tablet ed aperto per bene le gambe. Guardandola negli occhi le ho detto solo:

'Ti aspettavo.'

Lei nulla. Ha preso il mio cazzo in mano per sbatterlo subito forte. I suoi denti digrignavano come avesse fame e non mangiasse da tanti giorni. Si è avventata di bocca sulla capocchia, stringendola forte tra le labbra.

'Aah! Che goduria sorellina mia!!'

Lei zitta intenta a succhiarmelo tutto, tenendo con la mano destra il cazzo dritto e fermo. Quel doppio movimento, di mano e di bocca, mi faceva sentire pienamente soddisfatto. Con i palmi delle mani poggiati sul lettino e le gambe divaricate, lasciavo che mia sorella assaggiasse 18 centimetri gonfi di voglia sessuale.

Mia sorella mi faceva un pompino selvaggio, famelico. Non ho dovuto incoraggiarla, non le ho dovuto dire buttati il cazzo in gola, affogati con il mio cazzo incestuoso; ha fatto tutto da sola. L'ho sentita affogarsi con i miei 18 centimetri in gola. Mi ha riempito di calda saliva le palle; mentre aveva il cazzo in gola, mi scivolava tutta lungo la pelle turgida e arrapata.

'Ah! Ah! Ah!'

Ho goduto. Quanto ho goduto. Non riuscivo a trattenermi. A un certo punto ho messo il cuscino davanti la bocca per non farmi sentire dai nostri genitori. Lei continuava imperterrita a succhiarmi l'uccello, incurante dei suoni animaleschi che pronunciavo. Incurante dei nostri genitori pensava solo a consumarmi il cazzo; leccata dopo leccata, imboccata dopo imboccata.

'Fantastica! Selvaggia. Sì! Ah! Mangialo! Mmh!'

Ad un certo punto ha alzato la testa e, masturbandomi forte, mi ha guardato con quegli occhi famelici; le labbra semi aperte gonfie e i denti stretti. Mi sbatteva forte il cazzo con la mano e mi guardava dritto negli occhi. Io boccheggiavo, ansimavo convulsamente. Aveva deciso di farmi venire di brutto. L'ho guardata, ho guardato il cazzo sbattuto forte dalla sua mano incapace di fermarsi.

Stavo per venire. Stavo per sborrare con il cazzo in mano a mia sorella.

'Ah! Ah!....' Per un tratto mi è mancato il respiro, ho piazzato il cuscino davanti la bocca... niente altro...

'Mmh! GRRAAHH! Mmh! AAAH! Mmh!'

Ho soffocato il grido di soddisfazione, ma non la soddisfazione.

Sono venuto zampillando sperma. Ho visto il primo schizzo raggiungere il mento di mia sorella. Ho visto il mio sperma ricoprirle la mano. Ho visto lei continuare a stantuffare senza freno per almeno un minuto oltre l'eiaculazione violenta; come se avesse voluto che io venissi ancora una seconda volta.

Il cazzo è rimasto duro a lungo, anche quando lei è andata via come è entrata, in silenzio, senza dire una parola. Solo sull'uscio della porta, prima di uscire definitivamente, m'ha guardato, si è leccata la mano ricoperta di sborra e poi è andata via; lasciandomi con il cazzo fumante e appagato come non mai.

È stata una notte indimenticabile e non può finire così. Ho deciso che nelle prossime notti ricambierò la visita. E la prossima volta sarà lei a doversi mettere il cuscino sulla bocca, perché il mio cazzo selvaggio le profanerà la figa assetata.

arrow up

Storie Piccanti Recenti

I due divorziati scopano ancora appassionatamente    ♠ Ho fatto sesso con mia cugina diciassettenne    ♠ La giovane casalinga tettona scopata sul pianerottolo di casa    ♠ La moglie tettona di Alfio chiavata da 3 amici operai single    ♠ Due divorziati scopano con la sorella di lei    ♠ Galoppami sul cazzo. Fantasia erotica di un uomo arrapato