Home
  1. Piccanti Orale
  2.  
  3. L'autista dell'autobus e la casalinga solitaria

L'autista dell'autobus e la casalinga solitaria

Un autista di autobus urbano stanco e stressato, all'ultima corsa serale incontra una casalinga solitaria cougar. Sarà l'inizio di una nuova vita?

Casalinga solitaria cougar
Foto: pixabay.com - naughtyamerica.com.

Ferma l'autobus allo stazionamento. Inizia l'ultima pausa prima di fare l'ultima corsa della giornata, poi a casa dopo 10 ore di lavoro straordinario compreso: pochi autisti e più lavoro per tutti hanno detto i manager.

Da un paio di mesi gli è stata affidata una linea extraurbana diversa. Lo stazionamento si trova fuori città, vicino a una piccola località dove vivono pochi abitanti.

Sull'autobus sale una signora. La nota subito perché è prosperosa. Ha delle forme belle. Si vede che è una casalinga e che avrà sui 45 anni, ma sta messa proprio bene, pensa l'autista. Passa davanti a lui salutando e si mette a sedere al centro.

L'autista si disinteressa per pochi attimi di lei, si alza dal posto guida per sgranchirsi e decide di mettersi sul fondo per distendere le gambe. Percorre tutto l'autobus per raggiungere il fondo, quando passa davanti a lei seduta, non può fare a meno di buttare l'occhio sul seno. La casalinga ha una scollatura che si vede un gran bel ben di dio... L'autista guarda senza mai distogliere gli occhi fino a che può. Lei si lascia guardare, per un istante guarda lui negli occhi in modo particolare, accogliente.

La casalinga solitaria resta seduta a pensare le sue cose. Pensa al tempo passato, all'amore perduto. Ma lei si è rifatta una vita sessuale attiva, fatta di incontri di coppia al buio. Lei è una vera cougar e il suo account Twitter è LadyCougar41, in 3 anni ha totalizzato 185K follower. Una vita sessuale fatta di tante trasgressioni sessuali, diventata, incontro dopo incontro, anche un piacevole lavoro. Quando uno le piace lei non si fa molti scrupoli, se lo prende e basta. Non le importano i legami affettivi che possa avere a lei non interessano i legami, interessa il sesso e basta. Infatti, quelli che poi si legano troppo a lei li brucia subito.

L'autista è seduto negli ultimi posti dell'autobus, distende le mani sui sediolini laterali e allunga le gambe, chiude gli occhi per riposarli.

La casalinga solitaria e la sega spagnola in autobus

La casalinga si avvicina decisa, piega le ginocchia davanti a lui e gli apre i pantaloni.

'Ma cosa...!' Esclama lui.

'Shh!' Impone lei e butta fuori la prosperosa tetta destra per stordirlo.

Quello si stordisce per davvero e istintivamente allunga la mano per accarezzare il capezzolo e la pelle della tetta completamente da fuori.

Lei intanto continua nell'operazione di apertura della patta dei pantaloni, per raggiungere l'oggetto del desiderio. Estrae il tram con tutte le palle. Tutta la scena e le seguenti si svolgono senza che lei proferisca una sola parola.

La casalinga solitaria sfrega il tram dell'autista tra le mani, poi lo lecca su tutti i lati per oliarlo bene. Quindi prende a masturbare lenta e decisa. Su e giù, su e giù, piano e decisa.

'Ah! Oh! Oh! Uh!'

Lei si tocca la tetta con la mano libera e sempre più calda ed eccitata mette fuori anche l'altro vaso pieno di fiori.

'Oh! Che belle tette che c'hai!'

Esclama l'autista dell'ATAC.

A quel punto lei si butta per alcuni secondi tutto il cazzo in bocca lasciando anche lui senza fiato. Lo bagna tutto, lo caccia e mette il tram tra le tette prosperose.

Ha inizio una sega spagnola in autobus extraurbano come non se ne era mai vista una prima. La casalinga stringe il cazzo duro dell'autista tra le poppe vogliose. Sfrega il tram elettrizzato.

'Ah! Ah! Ah! Brava! Brava!' Grida l'autista.

Una sega spagnola così, neanche la moglie la sa fare. Muove il bacino l'autista per godere ancora di più. Mette le mani sopra quelle della casalinga e stringe le tette intorno al cazzo per aumentare l'eccitazione. Spinge e spinge. La capocchia del cazzo si arrossa sfregando tra le poppe solitarie della casalinga.

Ansima l'autista dell'ATAC, gode l'autista della linea extraurbana 656ATC.

Pompa serale sull'autobus extraurbano

Lei lascia le tette, apre la bocca e si butta sul cazzo arrossato. Stringe le labbra carnose forgiate da madre natura intorno la corona della capocchia, inizia a pompare come solo lei sa fare. Pompa, pompa, pompa. La lingua sfrega ritmica la punta e continua a pompare a labbra strette. Accompagna la pompa con un movimento della mano lento ma deciso.

Quello trema dalla pulsione sessuale. Grida ancora molto forte. Spera solo non debba salire nessun'altro perché da lì non riesce proprio più a scollarsi. Come sta godendo. Dopo una giornata stressante nel traffico romano, alla guida del lungo autobus, quello è un massaggio rilassante che porta via tutte le tossine accumulate.

Gli accarezza i capelli, sfiora le poppe, tocca quei capezzoli così irti e freschi. Quanto le piace quella...

'Brava! Brava! Ah! Sei n'angelo sei! Ah! Famme mpazzì, te prego! Famme mpazzì! Oh! Così, bravissima.'

L'autista non ragiona più. Si è dimenticato della moglie, si è dimenticato che questa sera si va in pizzeria con la famiglia, per festeggiare il compleanno del suocero. Dimentica tutto e si concentra solo sul piacere che prova il cazzo. Guarda quelle tette meravigliose, non stacca più gli occhi. Sono come una droga, anzi molto meglio perché queste non fanno male, ma solo bene.

'Ah! Ah! Brava! Brava!'

La casalinga toglie il cazzo dalla bocca, sposta la testa su un lato e con la mano stantuffa a mille. Guarda l'autista in volto, non è più lui, indossa una maschera di piacere. Continua a guardarlo e quando lui inizia a parlare scompostamente, ride divertita.

'Il tram! Ah! Signori... Uh! Il tram sta per arrivare al capolineaaah! Signore, il tram... Oah! Il tram è al capolineaah! CAPOLINEAAAAAAAHHH!'

E l'autista dell'autobus, ex tramviere, viene gettando felicità nel suo bus prima d'iniziare l'ultima corsa. La casalinga cougar si sposta su di un lato e lui, a fontana, zampilla per ben quattro volte. Si mantiene forte ai sediolini, tanto l'orgasmo è prorompente. Vorrebbe strapparli via con le mani quei sediolini: il godimento per la sega spagnola e il pompino ricevuto è enorme. Sono le sue tette, sono le tette ad averlo drogato. Lei lo sa e per questo le usa come arma di seduzione, come spray per drogare le menti dei maschietti.

L'autista si riprende. Lei è in piedi che si rimette le poppe a posto. Lo guarda sorridendo. Lui è affannato e deve riprendere fiato.

'Ma dove te ritrovo ancora?'

Lei apre la borsetta e gli allunga un biglietto da visita con su l'account Twitter.

'LadyCougar41...' Legge lui.

'E ora riportami a casa, che si è fatto tardi autista.'

arrow up

Storie Piccanti Recenti

I due divorziati scopano ancora appassionatamente    ♠ Ho fatto sesso con mia cugina diciassettenne    ♠ La giovane casalinga tettona scopata sul pianerottolo di casa    ♠ La moglie tettona di Alfio chiavata da 3 amici operai single    ♠ Due divorziati scopano con la sorella di lei    ♠ Galoppami sul cazzo. Fantasia erotica di un uomo arrapato