Home
  1. Piccanti per Lui
  2.  
  3. Sega di primavera all'aria aperta guardando il panorama di montagna

Sega di primavera all'aria aperta guardando il panorama di montagna

Salvatore guida da ore, ha urgente bisogno di un bagno. Trova un posto isolato in montagna e vive una sega di primavera all'aria aperta.

Sega in montagna
Foto: www.xnxx.com.

Salvatore è in auto da circa tre ore sulla strada statale Basentana diretto verso Potenza. Sono le otto di sera e il sole è calato dietro le montagne da poco.

'Questa strada è deserta. Non vedo passare una macchina da un'ora e non c'è una cazzo di stazione di servizio dove fermarmi a pisciare!'

Impreca a voce alta nell'auto Salvatore. Da solo, alla guida della sua auto e con la vescica piena da svuotare pronta ad esplodere.

Nel buio, illuminata solo dai fari abbaglianti dell'auto, nota una stradina che porta verso la collina. Frena improvvisamente, l'auto quasi si pianta sull'asfalto sconnesso, sterza deciso per imboccare la stradina di campagna. Sale per la stradina sterrata ballando vistosamente e raggiunge un piccolo spiazzo panoramico. Esce dall'auto e si precipita verso il panorama, non per vederlo, non gl'importa nulla del panorama a lui. Apre la braghetta, butta la mano dentro e tira fuori l'affarino rattrappito dall'aria fresca dell'Appennino Lucano.

'Aaah!! Aaah!!'

Salvatore sembra stia arrivando, invece, sta solo finalmente liberando la vescica dopo tre ore di viaggio, senza incontrare una stazione di servizio.

Finalmente Salvatore apre gli occhi e si gode il meraviglioso panorama notturno di questi posti selvaggi e incontaminati, dove il tempo sembra essersi fermato per risparmiare la terra dall'inquinamento dell'uomo.

Salvatore sgrolla il pisello ora più lungo di prima. La fresca aria di primavera lo accarezza e quello si irrigidisce un poco. Salvatore prova una certa soddisfazione. Il cervello si sintonizza sul canale dell'eccitazione e invia un input al suo cazzo, questi si irrigidisce tutto. Salvatore si ritrova con il cazzo duro in mano in pochi secondi. Lo guarda, osserva il panorama e poi slaccia la cintura e stacca il bottone del pantalone, tira giù le mutande per restare più comodo.

Sega di primavera tra le montagne Lucane

Con le chiappe all'aria e il cazzo duro in mano, Salvatore parte con una bella sega di primavera all'aria aperta. Guardandosi il panorama notturno degli Appennini, inizia a masturbarsi con gran piacere personale.

Sorride soddisfatto Salvatore. Gli piace farsi una sega di primavera tra le montagne. Non l'aveva mai fatto. Stantuffa con piacere senza troppa fretta, sicuro di essere solo.

La coppia di fidanzati e il cazzo duro di Salvatore

Invece Salvatore non sa che poco più in là, non illuminata dai fari della sua auto, c'è una coppia di giovani fidanzati chiusa in macchina a fare sesso. Quando Salvatore è arrivato, lei era già con le tette nude che saltava sul cazzo del fidanzato. Si sono conosciuti su Sexlog.com un paio di mesi fa e ora non fanno che scopare un paio di volte a settimana. Gli piacciono i posti insoliti, anche a loro.

La coppia vede benissimo Salvatore con le braghe calate e il cazzo duro in mano. Il cinquantenne si è posizionato davanti ai fari dell'auto per vedere dove avrebbe pisciato e per non cadere giù dalla collina.

Quando lui si è calato il pantalone e le mutande, lei ha visto bene il cazzo ragguardevole dell'uomo maturo. Si è messa la mano sulla bocca, ma non ha smesso di guardare. Ha continuato a guardarlo per alcuni secondi perché lo misurava con quello che aveva nella figa, molto più piccolo.

Salvatore continua a masturbarsi ignaro di tutto. Contento di spararsi una sega notturna all'aria aperta. Gode, gode sempre di più il cinquantenne che non trovava una stazione di servizio sulla Basentana. E ora ringrazia di non averla trovata, ringrazia che non ce ne sono, così può godersi questo panorama e venire in piena primavera tra la natura incontaminata.

Salvatore immagina la poppea italiana

Salvatore sorride. A occhi chiusi pensa alle grosse tette di una famosa attrice dello spettacolo. Le piacciono quelle italiane. Immagina di metterle il cazzo duro tra le poppe grosse. Immagina la sua poppea italiana.

La coppia continua a "ficcare" nell'oscurità, di tanto in tanto buttano l'occhio su quell'uomo sbucato dal nulla che si masturba davanti a loro. Il giovane si è reso conto di averlo più piccolo, lei lo guarda eccitandosi ancora di più. Cercano di fare silenzio, di non farsi sentire e scoprire.

Salvatore si spara una sega eccezionale. Il braccio è diventato insensibile. Rapido sfrega il cazzo maturo e duro.

La ragazza sempre più eccitata dall'insolita scena, saltella sul cazzo del giovane fidanzato e guarda verso l'uomo. Il fidanzato morde le tette della ragazza e contemporaneamente osserva la scena fuori dal finestrino della sua auto.

'Ah! Ah! Ah! Ah!'

Salvatore gode sempre più rumorosamente. Si piega sulle ginocchia e spinge il bacino in avanti vistosamente. Sembra si stia chiavando l'aria fresca di primavera.

'Ah! Ah! Ah! Sì! Che bello! Sì!'

Fantastica di avere il cazzo tra le tette della poppea italiana e muove il bacino in avanti stringendo il culo.

'Ti vengo tra le tette! Sì! Sì! Sì!'

I ragazzi si guardano e sorridono in silenzio. Pensano che questo sia anche un po' pazzo.

Ma Salvatore non è pazzo. Salvatore sta godendo e il maschio quando gode e fantastica parla e deve parlare, perché solo così gode di più e per davvero: Salvatore parla sempre di più. Vai Salvatore, vai, non fermarti proprio ora. Vieni Salvatore, vieni tra le montagne, vieni all'aria fresca di primavera!

'AAaahh! Aaah! AAAAHH!! AAAAHH!! Ah! Ah! Ah! Oh!'

L'urlo di soddisfazione orgasmica di Salvatore si avverte in tutta la vallata, amplificata dall'eco e favorita dal silenzio notturno delle montagne.

I fari dell'auto illuminano in rapidi guizzi di luce i getti di sborra di Salvatore. La ragazza emette quasi un grido, come di piacere, fa a tempo a coprirsi la bocca. Stupita guarda i guizzi luminosi provenire dal cazzo maturo. Nel buio illuminato solo dai fari dell'auto, sembrano strisce luminose lasciate dalle stelle cadenti.

Salvatore nel venire un po' barcolla dal piacere, tanto è venuto bene che le forze gli mancano. Spreme ancora un poco il cazzo e fertilizza la terra con le ultime gocce di sperma. Poi si gira verso il buio, in realtà verso l'auto dei fidanzati appartati nel buio, ed estraendo un fazzoletto dalla tasca si pulisce la punta del cazzo felice.

La ragazza vede benissimo la larga capocchia rossastra. Sgrana gli occhi e si bagna abbondantemente. Prende a saltare violenta e senza sosta sul fidanzato, fantasticando di saltare su quella larga capocchia. Salta, salta e salta ancora, arrivando con il giovane che non fa a tempo a buttarlo fuori.

Questa sega Salvatore la ricorderà a lungo e anche la coppia vogliosa che si è conosciuta su Sexlog.com.

arrow up

Storie Piccanti Recenti

I due divorziati scopano ancora appassionatamente    ♠ Ho fatto sesso con mia cugina diciassettenne    ♠ La giovane casalinga tettona scopata sul pianerottolo di casa    ♠ La moglie tettona di Alfio chiavata da 3 amici operai single    ♠ Due divorziati scopano con la sorella di lei    ♠ Galoppami sul cazzo. Fantasia erotica di un uomo arrapato